Come preparare un risotto all’ortica

Pubblicato da il 29 nov 2012 in Primi piatti | 0 commenti

L’ortica è un’erba selvatica appartenente alla famiglia delle Urticacee che si caratterizza per l’avere un’altezza che può raggiungere anche i due metri. Diffusa un po’ ovunque tra le macerie, nei campi non coltivati, lungo i viottoli di campagna, è stata utilizzata sin dai tempi antichi per le sue qualità medicamentose. L’ortica ha infatti proprietà astringenti, depurative, diuretiche e antidiabetiche. In campo cosmetico viene impiegata per la cura delle impurità della pelle. Un buon preparato contro l’acne consiste, ad esempio, nel mettere a bollire dai 30 ai 40 grammi di pianta di ortica in 1 litro di acqua. Una volta raffreddato e colato, il decotto va assunto ogni giorno nella misura di 2 o 3 bicchierini.

L’ortica, oltre ad essere un rimedio naturale contro molteplici disturbi, è anche un ottimo ingrediente per minestre, zuppe e risotti. Per preparare un buon risotto occorre procurarsi dell’ortica che andrà cotta almeno 12 ore dopo la raccolta. Se non ve la sentire di passeggiare tra campi alla ricerca di piante di ortiche, allora potreste provare a cercarla al mercato di frutta e verdura oppure acquistarla essiccata in un qualsiasi supermercato.

Per preparare il risotto all’ortica occorrono dunque i seguenti ingredienti:

  • 300 grammi di cime di ortica
  • 350 grammi di riso
  • 1/2 cipolla bianca
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • brodo vegetale q.b.
  • parmigiano
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • burro

Lavate l’ortica ricordandovi di utilizzare dei guanti di gomma per evitare effetti spiacevoli sulla pelle. Se necessario lasciatela un po’ a bagno in acqua e bicarbonato. Trascorsa un’oretta fatela bollire in acqua e sale e, intanto, procedete alla preparazione del soffritto.

In un tegame abbastanza grande fate soffriggere la cipolla e, dopo averle ben sminuzzate, unite le cime di ortica. Se necessario aggiungete dell’acqua di cottura dell’ortica.

Adesso aggiungete il riso e fatelo tostare. Sfumate con il vino bianco e, dopo che quest’ultimo si sarà ben asciugato, cominciate ad incorporare il brodo vegetale. Salate e pepate. Infine, quando sarà cotto, fate mantecare il risotto con una noce di burro e il parmigiano.

Si tratta di una preparazione davvero molto semplice per un piatto particolare che farà contenti anche vegetariani e vegani. Non vi resta che provare!

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>